Il piano di studi si articola in sette aree disciplinari, caratterizzate da un crescente tasso di formazione professionalizzante.

La prima area (“Strategie comunicative”), oltre a un corso di carattere propedeutico e metodologico, ne prevede uno di “Comunicazione pubblica” e uno di “Produzione di contenuti comunicativi”; nell’ambito di quest’area troveranno spazio seminari relativi alla “Comunicazione giornalistica”, alla “Comunicazione di marketing”, alla”Comunicazione visiva”.

La seconda area (“Normativa nazionale, regionale e comunitaria dei beni culturali”) prevede al suo interno un corso seminariale dedicato a “Programmi comunitari ed europrogettazione”.

Nella terza area (“Memoria e identità collettiva”), oltre all’approfondimento degli aspetti storici e identitari evidenziati nel titolo, figura un corso dedicato alla “Comunicazione del gusto”.

La quarta area (“Arte, architettura e territorio”) si articola in due corsi, uno dei quali dedicato al rapporto fra il territorio toscano e le più significative presenze architettoniche e artistiche, e l’altro denominato “Paesaggi toscani”. All’interno dell’area sono previsti anche momenti seminariali su “Patrimonio diffuso e progettazione di itinerari culturali” e “Gestione di parchi naturalistici, archeologici e minerari”.

Per la quinta area (“Politiche internazionali, nazionali e locali del patrimonio culturale”), sono previsti corsi in forma di seminario dedicati a “Economia della cultura” e al “Turismo culturale”.

Le ultime due aree, che non a caso sottolineano già nel titolo il loro carattere di “Laboratori”, accentuano ulteriormente l’aspetto professionalizzante caratteristico del master; non a caso in queste aree la forma seminariale sarà del tutto prevalente. I “Laboratori di valorizzazione e gestione del patrimonio culturale” sono soprattutto incentrati sul tema della “Gestione museale”, che a sua volta dà luogo ad approfondimenti seminariali sui temi dei “Servizi museali”, delle “Reti museali”, dei “Servizi culturali”, della “Gestione economica”, e anche della “Gestione di mostre e di eventi culturali”. I “Laboratori sulle strategie di comunicazione del patrimonio culturale ” approfondiscono i seguenti temi: “Gestione dei new media”, “Gestione dell’ufficio stampa”, “Location cinematografiche”, “Fund raising e sponsorizzazioni”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...